Nicotera, nascondevano pistola e munizioni in un capanno: arrestati padre e figlio

Entrambi sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Vibo Valentia i

La pistola e le munizioni nascoste nel capanno

Non si ferma l’attività repressiva nel comprensorio nicoterese.

Ieri mattina, infatti, i Carabinieri della Stazioni di Nicotera e di Nicotera Marina hanno compiuto un’altra importante operazione finalizzata al sequestro di armi clandestine. I militari hanno eseguito una perquisizione domiciliare nei confronti di G.F., 56 anni, e del figlio 24enne G.B., entrambi pregiudicati. Il controllo è stato esteso anche al capanno attiguo all’abitazione di proprietà. Ed è lì che, in un anfratto ricavato in una intercapedine, è stata trovata una pistola marca “Bernardelli”, calibro 7.65, con matricola abrasa attraverso punzonatura.
L’attività di ricerca ha consentito, altresì, di rinvenire due caricatori privi di cartucce e 34 munizioni calibro 34.
In ragione di ciò e del fatto che G.F. e G.B. avessero contezza della presenza dell’arma, i due sono stati tratti in arresto per i reati di detenzione di arma clandestina e di detenzione abusiva di munizioni. A termine degli accertamenti di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, entrambi sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Vibo Valentia in attesta dell’udienza di convalida.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento