‘Ndrangheta, operazione “Rimpiazzo” contro il clan dei Piscopisani: altre 5 scarcerazioni

Gli arresti erano stati eseguiti un mese addietro

Sono state annullate cinque ordinanze di custodia cautelare emesse nell’ambito dell’operazione “Rimpiazzo” condotta esattamente un mese fa per mettere sotto scacco la cosca dei Piscopisani.

La decisione è stata adottata dai magistrati del Tribunale del Riesame di Catanzaro che ha, dunque, disposto, la scarcerazione degli interessati: Angelo David, Francesco Fortuna, Ippolito Fortuna, Nazzareno Galati, Michele Staropoli. Altri tre indagati, Giovanni Battaglia, Stefano Farfaglia e Pino Galati, al contrario, dovranno continuare a rimanere dietro le sbarre. Sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa ed estorsione. Qualche giorno fa i giudici del Tribunale del Riesame avevano ordinato l’annullamento e la conseguente scarcerazione di altre sei persone: Francesco D’Ascoli, Sasha Fortuna, Benito La Bella, Nazzareno Pannace, Francesco Tassone, Nazzareno Pannace e Salvatore Vita, confermando il carcere nei confronti di Michele Fiorillo, ritenuto personaggio apicale del clan egemone attivo nella frazione Piscopio di Vibo Valentia.

Contenuti correlati