‘Ndrangheta nel Vibonese: due fratelli latitanti dopo la condanna all’ergastolo

Sono scomparsi dopo la condanna inflitta loro venerdì scorso

Sono scomparsi nel nulla dopo essere stati condannati al carcere a vita: si tratta di Domenico e Pasquale Bonavota, rispettivamente di 39 e 44 anni.

 

I due fratelli di Sant’Onofrio, in provincia di Vibo Valentia, risultano latitanti da quattro giorni, da quando, al termine del processo celebrato con rito abbreviato davanti al Tribunale di Catanzaro e scaturito dall’inchiesta “Conquista”, sono stati riconosciuti responsabili delle uccisioni di Raffaele Cracolici, noto come “Lele Palermo”, assassinato il 4 maggio del 2004 a Pizzo Calabro e di Domenico Di Leo, ammazzato il 12 luglio di quattro anni fa. La sentenza ha riguardato, oltre a loro due, un terzo fratello, il 41enne Nicola ed il 38enne Onofrio Barbieri, entrambi destinatari di una condanna e tratti in arresto.

 

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*