‘Ndrangheta e assunzioni: indagati il vicesindaco Armando Neri e l’assessore regionale Catalfamo

Catalfamo fino a pochi mesi fa ricopriva l'incarico di dirigente presso la Città Metropolitana

Sono complessivamente tredici i soggetti sotto inchiesta nell’abito delle indagini portate avanti dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria e culminate della decisione di disporre l’amministrazione giudiziaria per AVR, ASE, e Hidro Geologic Line.

Otto di essi risultano essere pubblici amministratori, tra Giunta, Consiglio Comunale e Consiglio della Città Metropolitana di Reggio Calabria; Giunta e Consiglio regionale, ex Consiglio provinciale e Comune di Taurianova. Gli inquirenti contestano loro l’avere esercitato indebite pressioni al fine di ottenere l’assunzione di personale segnalato. Fra essi figurano Domenica Catalfamo, assessore regionale alle Infrastutture sino alla nomina dirigente presso la Città Metropolitana e Armando Neri, vicesindaco di Reggio Calabria con deleghe ad Affari Generali e Risorse Umane, Servizi Demografici e Decentramento, Organizzazione e Qualità dei Servizi Comunali, Patti per il Sud, Attuazione del Programma politico e Rapporti con i sindacati.

Contenuti correlati