‘Ndrangheta. Confiscati beni per 5,5 milioni di euro ad un imprenditore

La Direzione investigativa antimafia ha confiscato un patrimonio del valore complessivo di 5,5 milioni di euro riconducibile all’imprenditore 66enne Domenico Passalacqua, considerato organico al clan Buda-Imerti, dominante nell’area di Villa San Giovanni e Fiumara di Mutro, nel Reggino. La misura giudiziaria, che riguarda beni aziendali e personali, è stata disposta dalla Sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento