‘Ndrangheta. Confiscati ad un imprenditore beni per 200 milioni di euro

Su disposizione del Tribunale, i Carabinieri hanno confiscato beni, il cui valore complessivo è vicino ai 200 milioni di euro, all’imprenditore, 62enne e lamentino, Salvatore Mazzei. La misura è stata emessa dagli uffici giudiziari di Catanzaro ed eseguita dai militari dell’Arma del Nucleo operativo ecologico di Catanzaro, del Comando provinciale di Catanzaro e del Gruppo di Lamezia Terme. Il provvedimento ha colpito  176 terreni, 67 immobili, 26 aziende, 13 autocarri, 10 macchine operatrici per cantiere, 5 automobili, un motociclo. La decisione dei giudici arriva dopo che il patrimonio di Mazzei era stato sequestrato al culmine di un’inchiesta condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. L’attività investigativa, iniziata sette anni fa, era stata successivamente portata avanti dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, competente territorialmente. Secondo le risultanze dell’indagine, l’imprenditore si sarebbe arricchito tramite condotte illecite e, inoltre, avrebbe dichiarato redditi nettamente inferiori rispetto al tenore di vita che conduceva.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento