‘Ndrangheta. Avverte un malore e va in ospedale: arrestato il latitante Giovanni Sposato

Si è recato in ospedale per un malore, ma è stato rintracciato dal personale della polizia di stato in servizio presso la Squadra Mobile ed il commissariato di Cittanova e Taurianova. Fine della fuga per Giovanni Sposato, latitante dal dicembre 2017 a seguito dell’operazione “Terramara-closed”, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria.

La Questura Reggina spiega in una nota che “si procederà all’esecuzione dell’Occ in carcere”precisando che “l’uomo è responsabile del reato di associazione mafiosa e intestazione fittizia dei beni. È intraneo, con ruolo di vertice, alla cosca di ‘ndrangheta Sposato di Taurianova”. Non manca la descrizione dei dettagli: “si trovava in
ospedale di Polistena al pronto soccorso a causa di un malore. Gli investigatori della Squadra Mobile e dei Commissariati di PS erano sulle tracce di Sposato dal dicembre 2017. Una volta giunto in ospedale l’uomo è
stato immediatamente rintracciato dal personale della Polizia di stato ed arrestato”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento