Nardodipace. Bimbo bloccato nella tempesta di neve, il sindaco scrive al prefetto

Dopo la vicenda relativa al bambino di 7 anni ed al suo papà rimasti bloccati nella tempesta di neve abbattutasi fra Mongiana e Nardodipace, il sindaco Antonio Demasi ha inviato una missiva al prefetto di Vibo Valentia Giuseppe Gualtieri per segnalare i pericoli relativi alla viabilità nelle zone montane del Vibonese.

“Vivere in montagna – ha spiegato Demasi – significa vivere disagi di ogni genere. Però, se ai disagi dovuti alle asperrime condizioni di vita dettate dalla natura, si aggiungono quello creatasi dall’insipienza degli uomini, la cosa diventa più intollerabile”.
Il primo cittadino ha specificato che il tratto di strada interessato dalla storia poi conclusasi con il lieto fine “è un segmento della strada Nardodipace – Serra San Bruno, la cui competenza appartiene alla Città metropolitana di Reggio Calabria che non viene quasi mai interessata da interventi con mezzi spalaneve e quando raramente intervengono la rimozione avviene con mezzi inadeguati e mai risolutivi del problema. Gli altri due tratti – ha aggiunto – uno a nord del tratto interessato e l’altro a sud, sono di competenza, rispettivamente dell’Anas e dell’Ente Provincia di Vibo Valentia”.
Pertanto, Demasi ha chiesto al prefetto un incontro tra i soggetti interessati al fine di “concordare un piano di interventi in caso di nevicate o comunque in presenza di calamità naturali”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento