Morto il pedone investito a Mileto: ora il pirata della strada è accusato di omicidio stradale

Rocco Grillo era sposato e padre di tre figlie

Il luogo in cui Rocco Grillo è stato investito da C.F.A.

E’ spirato l’uomo di 62 anni agonizzante dalla serata di sabato a causa delle gravi ferite riportate nello schianto con una BMW che lo aveva investito mentre attraversava la strada sulla Statale 18, a Mileto.

Rocco Grillo, sposato e padre di tre figlie, in passato dipendente comunale presso il centro del Vibonese, era stato trasferito presso l’ospedale catanzarese “Pugliese” dallo “Jazzolino” di Vibo proprio per la criticità del quadro clinico. Domenica mattina i Carabinieri hanno scovato C.F.A., il pirata della strada scappato omettendo di soccorrere l’uomo che aveva travolto. Dopo il decesso della vittima, il suo status di indagato si è notevolmente appesantito: sulle sue spalle grava adesso l’accusa di omicidio stradale, oltre a quella di omissione di soccorso. Originariamente gli era stato contestato il reato di lesioni stradali.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento