Minaccia l’ex compagna e le sottrae soldi e carte di credito: posto ai domiciliari

Ieri mattina i Carabinieri della Compagnia di Palmi hanno arrestato un 40enne, per i reati di atti persecutori, rapina, lesioni e possesso di oggetti atti ad offendere in danno della ex compagna palmese.

Ieri mattina la donna si è presentata presso la stazione carabinieri di Palmi per denunciare che poco prima, mentre si trovava presso il parcheggio del centro commerciale “Porto degli ulivi” di Rizziconi, il suo ex compagno l’avrebbe aggredita e minacciata pretendendo di riprendere la relazione sentimentale interrottasi circa due mesi fa. Al netto rifiuto ricevuto dalla donna, l’uomo l’avrebbe minacciata di morte facendole capire di esser armato di un coltello e sottraendole portafogli contenente contanti e carte di credito, lasciandola di fatto senza alcun mezzo economico.
La condotta persecutoria, che si protrarrebbe dal maggio scorso, non si sarebbe interrotta neanche durante la permanenza della vittima negli uffici dei Carabinieri, dove la donna sarebbe stata nuovamente contattata telefonicamente dall’uomo il quale, continuando a minacciarla per farla tornare con sé, le avrebbe chiesto di potersi incontrare.
In conseguenza della pericolosità dei comportamenti tenuti, sono state immediatamente diramate le ricerche dell’uomo, che è stato rintracciato da una pattuglia della sezione radiomobile a Sant’Elia di Palmi a bordo della propria autovettura, all’interno della quale, oltre alla refurtiva, è stato rinvenuto anche un coltello.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato in regime degli arresti domiciliari presso propria abitazione a disposizione dell’Autorità giudiziaria palmese.

Contenuti correlati