Minaccia di morte l’ex moglie con una pistola clandestina

Nei giorni scorsi, il personale della Sezione Volanti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, ha arrestato un uomo per detenzione di una pistola clandestina e munizioni.


L’arresto è stato possibile a seguito della denuncia della moglie dell’uomo che ha riferito di una lunga serie di episodi di vessazioni e maltrattamenti in famiglia, per i quali, a volte, è stato anche richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.
L’ultimo ennesimo episodio ha convinto la donna a denunciare il marito che, dopo averla raggiunta sul lungomare di Gioia Tauro, le intimava di rientrare a casa, minacciandola di morte e mostrandole una pistola che portava addosso.
I diverbi sono continuati nelle mura domestiche, alla presenza dei figli minori e, pertanto, la donna, impaurita per quanto stava accadendo e preoccupata per la sua incolumità, ha richiesto l’intervento della Polizia di Stato.
Il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Taurianova ha bloccato l’uomo che tentava di allontanarsi dall’abitazione e ha rinvenuto l’arma clandestina detenuta illegalmente.
L’attività è proseguita in un fondo agricolo di proprietà dell’arrestato dove, a seguito di perquisizione, all’interno di un casolare, è stato rinvenuto del munizionamento clandestino.
L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato associato presso la Casa Circondariale di Palmi.

Contenuti correlati