Minacce a Gratteri e Maresca, Cirielli: “Inaccettabile l’esposizione di due servitori dello Stato al pubblico ludibrio”

“Totale solidarietà ai magistrati Catello Maresca e Nicola Gratteri per le ingiurie e le minacce ricevute, attraverso i social network, da parenti e amici di detenuti, anche mafiosi”.

Lo dichiara il Questore e membro della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli (FdI): “Due servitori dello Stato sono stati esposti al pubblico ludibrio per aver espresso le loro legittime perplessità rispetto a scarcerazioni, premi e benefici, decisi dal Governo Pd-M5S, a seguito della pandemia. Tutto questo è inaccettabile. Nel giro di poche settimane – denuncia Cirielli – siamo passati dalle ribellioni nelle carceri alle aggressioni, da parte dei detenuti, nei confronti degli agenti della Polizia Penitenziaria ed ora alle minacce direttamente ai magistrati da parte di persone legate agli stessi carcerati. Ciò che è accaduto – aggiunge il deputato di FdI – è l’ennesima conseguenza della incapacità politica del ministro Bonafede di gestire anche questa emergenza. Mi auguro che i responsabili di queste vergognose calunnie e intimidazioni vengano identificati e puniti in tempi brevi. FdI – conclude Cirielli – continuerà ad essere al fianco di magistrati come Gratteri e Maresca nella loro battaglia per garantire la legalità e la giustizia nella nostra patria”.

Contenuti correlati