Milia (FI): “Sinistra reggina senza vergogna, apre i concorsi per l’assunzione del personale con procedure senza trasparenza”

“Campioni di bandi, basta vedere – suggerisce Federico Milia, capogruppo di Forza Italia nell’Aula del Consiglio comunale di Reggio Calabria – com’è finito il bando dei rifiuti ’pagato’ 30 mila euro per essere redatto e per poi fare acqua da tutte le parti.


In una fase politica delicata e in bilico come quella che sta vivendo l’attuale maggioranza, temporeggiare e attendere l’epilogo delle vicende che hanno colpito Palazzo San Giorgio sarebbe stato il minimo. E invece la Sinistra non guarda in faccia nessuno e procede senza vergogna, aprendo i concorsi per l’assunzione del personale, con procedure molto discusse fin dall’inizio.
Già da dicembre, infatti, come Centrodestra abbiamo fatto emergere tanti dubbi e discordanze sulla scelta delle modalità e delle procedure. Una su tutte, la scelta di voler procedere a fare le prove da remoto e non in presenza, assolutamente illogica”.
“Dunque, anche in questo caso – prende atto il consigliere comunale ’azzurro’ – la ’trasparenza’ che tutti auspicavamo (e che molti tuttora predicano dai pulpiti della maggioranza) non ci sarà. La cosa più grave è che, in un momento storico simile, questa opportunità avrebbe potuto significare tanto per centinaia di famiglie e giovani reggini; invece, come al solito negli ultimi dieci anni, lascerà l’amaro in bocca a tutti coloro i quali non avranno la certezza di essere stati giudicati con criteri trasparenti.
Ennesima occasione sprecata per dare una speranza a questa città”. “Ma d’altronde che questa Amministrazione sia arrivata al capolinea è chiaro anche tra i banchi del PD, dove – è la conclusione che ne trae Milia – stanno provando a giocarsi l’ultima carta sulle spalle dei reggini”.

Contenuti correlati