Migranti morti nell’esplosione di un barcone al largo delle coste calabresi, Santelli assicura l’aiuto della Regione

"Una tragedia che somma nuovi lutti nel nostro mare"

“Esprimo il mio profondo cordoglio, quello della mia Giunta e di tutti i calabresi, per l’incidente che ha visto esplodere un barcone di migranti a mezzogiorno a largo della costa di Praialonga, nei pressi di Isola di Capo Rizzuto, in un’operazione di soccorso della Guardia di Finanza”. Così Jole Santelli presidente della Regione Calabria che coglie l’occasione per esprimere la propria solidarietà ai due finanzieri feriti.

Un bilancio pesante che registra quattro morti, due dispersi, cinque feriti di cui due con gravi ustioni. “È dall’inizio di luglio – tiene a precisare Santelli – che sollecito il Governo nazionale a mettere subito in campo misure straordinarie per una situazione già di per sé eccezionale che somma anche l’emergenza Covid che stiamo affrontando con razionalità, senza isterismi, garantendo prevenzione e salute a tutti. Da soli non possiamo affrontare un numero di sbarchi continuo, che ha bisogno di politiche decise su un flusso di migrazione clandestina che non si arresterà da solo. Ci stiamo adoperando per dare aiuto a chi è stato colpito da questa tragedia che somma nuovi lutti nel nostro mare”. “Tutto il mio ringraziamento – conclude la presidente della Regione – va alla Guardia di Finanza, alla Guardia Costiera, ai medici e agli infermieri calabresi che con la loro meritoria e immediata azione hanno impedito che questa tragedia avesse un bilancio ancora più pesante”.

Contenuti correlati