Mercoledì corteo di protesta Lsu/Lpu della provincia di Vibo: “Situazione disperata”

“I lavoratori Lsu ed Lpu della provincia di Vibo Valentia, da mesi rimasti senza rinnovo contrattuale, proseguono il loro percorso di lotta – è scritto in una nota congiunta diffusa da Cgil e Cisl – per rivendicare il giusto riconoscimento giuridico e lavorativo. Da lunedì mattina, è stato allestito un presidio permanente a Vibo Valentia per dire basta alle inutili attese, promesse, rinvii incerti ed ogni altra mediazione o negoziato. La loro vertenza ha bisogno di trovare una soluzione immediata, senza ulteriori indugi. Come sindacati di Cgil e Cisl, al fianco dei lavoratori, abbiamo deciso di mantenere alta l’attenzione su questa delicata vertenza, per dare la giusta visibilità e voce a questa disperata quanto vergognosa situazione”. “Domani, dunque, mercoledì 28 febbraio, lungo il corso principale della città capoluogo, i lavoratori – fanno sapere le organizzazioni sindacali – sfileranno in corteo: a loro, in segno di solidarietà, si uniranno anche delegazioni di lavoratori Lsu/Lpu provenienti dalle altre province calabresi. Giovedì mattina, invece, i lavoratori sposteranno la loro protesta direttamente presso il Dipartimento Lavoro della Regione Calabria. Bisogna che ognuno, ai vari livelli si assuma le proprie responsabilità”. “Non ci muoveremo dal nostro presidio – assicurano gli esponenti dei sindacati di Vibo Valentia- e non arretreremo dalla nostra protesta finché non verrà riconosciuto lo status giuridico, lavorativo ed economico che si deve a questi lavoratori”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*