Marco Martino fonda il movimento “Cultura Calabria”

L’ex leader nazionale dei giovani dell’Udc Marco Martino non ci sta a rimanere inerme a quanto accaduto qualche mese fa durante le scorse regionali. Forse messo a riposo forzato in questi due mesi per Covid-19, con l’attenuarsi della pandemia, ha deciso subito di rimettersi in moto per creare prospettive future confacenti ad obiettivi che possano offrire “i frutti sperati rispetto ad un risultato elettorale di tutto rispetto che si è fermato a 3146 voti”.

Risultato “frutto di impegno”, caparbietà del giovane sostenuto dall’ex presidente della provincia Ottavio Bruni e dal gruppo di referenti su tutto il territorio vibonese. Rapporto che ancora risulta essere “molto solido” e non è escluso che a breve possa creare non poche sorprese. Una esperienza quella con scudocrociato che ormai ha deciso definitivamente di chiudere aprendo attraverso un percorso politico nuovo ma pur sempre di coerenza all’interno della compagine di centrodestra. Martino infatti aveva sempre seguito la linea dei leader dell‘Udc, senza mai discostarsi di un solo passo per via di un legatissimo rapporto diretto con Lorenzo Cesa. Invece dopo quella che Martino definisce “vigliaccata”, i rapporti hanno cessato di esistere. La fine di questa esperienza che ha lasciato “indubbia amarezza”, lo ha però condotto a credere che la creazione di un movimento politico possa essere di “impulso per mantenere un rapporto di grande equilibrio e soprattutto di vicinanza ai bisogni della gente”.
Ecco allora che il sindaco di Capistrano fonda un nuovo movimento che “servirà a dare una identità alla squadra esistente e ad altrettanti soggetti che vorranno aderirci”. E pare siano in tanti, non escludendo la inclusione di personalità che pare offrirebbero “un chiaro segnale di aggregazione fra forze politiche”. Associazioni, amministratori, professionisti, appassionati ma soprattutto “gente perbene”. Questi i criteri imposti da Martini, leader del movimento “Cultura Calabria” per entrarci e poter restarci. Il movimento avrà infatti l’obiettivo di “coadiuvare momenti di intense riflessioni politiche ed azioni concrete mirate allo sviluppo di progetti validi per il territorio. Un laboratorio di idee dunque che manterrà un assetto di dialogo con le forze politiche e che si propone però di dar voce a quei cittadini che oggi sono maggiormente distanti dalle Istituzioni”. Si tratta di “un civico luogo in cui creare un vero simulacro di idee che possa essere fortemente positivo e propositivo per territorio e per la gente”. Martino si dice infatti “stufo di offrire quasi sempre alla collettività uno spunto di delusione che spesso proviene principalmente dai modi e dai metodi che i partiti impongono al proprio interno per vie delle logiche di simpatia ed amicizia e non certo meritocratiche”. Questo movimento, secondo Martino, dovrà avere lo scopo di “dare chiari segnali di coerenza meritocratica e di massimo impegno rispetto ai tanti problemi che affliggono questa amata Calabria. Segnali, risposte che tantissimi cittadini sempre più stufi della politica attendono”. Martino si dice comunque pronto ad indire a breve una conferenza stampa durante la quale saranno illustrati dettagli, modi e tempi di quello che si intenderà fare nelle prossime settimane.

Contenuti correlati