Mangialavori: “Vibo si riscatta nel segno della legalità”

"La corsa podistica organizzata dalla Questura di Vibo Valentia è stata un successo clamoroso"

«La corsa podistica organizzata dalla Questura di Vibo Valentia è stata un successo clamoroso.

È la riprova che la società vibonese è sana e ha voglia di riscattarsi nel segno della legalità». È quanto dichiara il senatore Giuseppe Mangialavori in seguito all’iniziativa “Vibo corre per la memoria e la legalità”, che ha visto la partecipazione di più di 700 corridori.
«Sento l’urgenza morale – continua il parlamentare – di ringraziare il questore Andrea Grassi per tutto quello che sta facendo per Vibo e la sua provincia. Il suo impegno a favore del territorio ribadisce la necessità di lavorare sul piano culturale e su quello sociale per riaffermare il senso di appartenenza di una comunità e la sua identificazione con uno Stato che, troppe volte, è risultato assente o distratto. I calabresi e i cittadini di Vibo, per citare una frase di Corrado Alvaro tanto cara a Grassi, vogliono essere “parlati” e il questore sta profondendo tutte le sue energie in questa direzione».
«Negli ultimi giorni – aggiunge Mangialavori –, la Questura ha dato vita a una serie di appuntamenti dedicati alla legalità che saranno ricordati a lungo. Tra questi, rammento l’intitolazione della “Palazzina studi e corsi” della Scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia al capo scorta Antonio Montinaro, morto nella strage di Capaci assieme al magistrato Giovanni Falcone, alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti Vito Schifani e Rocco Dicillo».
«È attraverso manifestazioni di questo tipo – conclude il senatore – che si rinsaldano il valore della legalità e il senso del dovere di una comunità. A nome di tutti i vibonesi, pertanto, non posso che ringraziare il questore Grassi per l’attività culturale che, con successo, sta portando avanti nella nostra provincia».

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*