Mancanza d’acqua a Vibo, Tucci (M5S) attacca Costa: “Impegnato a puntellare la maggioranza”

“Gli anni passano inesorabili, ma i problemi restano, sempre gli stessi, senza alcuna risoluzione e perennemente a scapito dell’utenza finale”. Ad affermarlo è il deputato Riccardo Tucci che

spiega come “l’ultimo dei problemi, in ordine temporale, è stato la mancanza d’acqua protrattasi per più giorni nel centro abitato di Vibo. La penuria, a quanto si apprende, sembra esser stata causata dalla rottura di una condotta gestita dalla Sorical. Inevitabili i disagi patiti dalla popolazione e i danni economici inferti a molte attività commerciali, costrette a chiudere i battenti per mancanza d’acqua”.
“Non è esente da colpe, nel bilancio della vicenda – sostiene l’esponente del M5s – l’Amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Elio Costa. Sia il sindaco, sia la Giunta sebbene sapessero del guasto alla tubatura, nulla hanno comunicato alla cittadinanza, forse perché troppo presi a sedare e a puntellare la schizofrenica maggioranza che portano in dote. Con la comunicazione del guasto, qualcuno avrebbe, perlomeno, consumato il prezioso liquido con maggiore parsimonia e oculatezza. Al momento, secondo quanto si apprende, la carenza d’acqua persiste in molte zone della città”.
Sul tema dell’acqua, nei prossimi giorni, il Meetup locale “Vibonesi in MoVimento” presenterà all’Amministrazione comunale una proposta del Movimento 5 stelle che “sottrae la gestione del sistema integrato idrico ai privati per affidarlo, con tutta una serie di accorgimenti, al pubblico”. “Forse così – conclude Tucci – potremo mettere la parola fine all’annoso problema della carenza idrica in città e ribadire, una volta per tutte, che l’acqua è un bene pubblico essenziale, e come tale, da sottrarre a qualsiasi logica di mercato”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento