Maitres calabresi al congresso nazionale Amira

*di Francesco Castagna – A Siracusa, nella lussuosa  cornice di Villa Politi, dal 10 al 14 novembre, ha avuto luogo il 64° congresso nazionale Amira, associazione che raggruppa tutti i maitres d’Italia.

A rappresentare al top la Calabria, una delegazione di maitres  che operano non solo in regione ma anche in altre aree del mondo. La nota kermesse annuale è da sempre stata un’occasione per tutti i maitres calabresi di condividere, oltre che la passione per il proprio lavoro con professionisti provenienti da tutto il globo, anche un momento di svago per visitare la splendida città di Siracusa. 

A rappresentare la folta delegazione calabrese presente all’evento la giovane maitre Claudia Bentivoglio, proveniente da Londra, che nell’occasione ha ottenuto un ragguardevole piazzamento durante la manifestazione, mentre ad essere insignito della qualifica di “Gran Maestro della ristorazione” il maitres Silvio Pannace. “Amira Calabria Sud” è stata quindi rappresentata dai maitres: dal professor Raniti, dal vicepresidente nazionale Pannace, da Giampà, Febbraro e Griffo (ambedue provenienti da Londra) e, infine, dal noto maitre vibonese Salvatore Calió. Dunque, un evento non solo all’insegna della competizione e della convivialità vera, ma soprattutto un congresso in cui la formazione è diventata il vero fulcro della kermesse in terra sicula. Inoltre, durante il congresso, si è svolto un corso di avvicinamento per l’assaggio dell’olio vergine di oliva al quale hanno preso parte tutti i maitres calabresi.

“Amira Calabria sud” crede fortemente nel fatto che la formazione professionale e lo stare insieme in associazione siano momenti di crescita professionale, di vita reale da valorizzare e godere appieno durante questo tipo di manifestazioni annuali.

Contenuti correlati