L’UDC riparte dai giovani e nel Vibonese punta forte su Marco Martino

ù"Banco di prova saranno le elezioni Provinciali a Vibo Valentia"

Si è conclusa la due giorni organizzata a Fiuggi per “Democrazia e Rete”, festa nazionale allestita dall’Udc il 15 e 16 settembre ed a cui hanno partecipato i vertici nazionali del partito capitanato dal segretario nazionale Lorenzo Cesa.

Presente una folta delegazione calabrese, quasi cinquanta tesserati, coordinata dal segretario regionale calabrese Franco Talarico. Tanti gli argomenti trattati: futuro del partito, Europee e Regionali. La delegazione cosentina era formata da Williams Verta, Coordinatore provinciale dei Giovani; Salvatore Palumbo, consigliere comunale di Acri e Viviana Caporale, ex coordinatrice comunale di Castrovillari dei Giovani di Forza Italia, oggi punto di riferimento dell’Udc nel Pollino. I tre hanno affermato all’unisono: “Per noi questa manifestazione rappresenta un vero e proprio punto di partenza, abbiamo fatto squadra con le altre province calabresi e vogliamo rilanciare il partito, partendo dai piccoli Comuni. Il nostro let motiv è coinvolgere la base e ritornare a fare politica nelle sezioni. Siamo felici dell’armonia che abbiamo riscontrato tra le varie province calabresi. Forti di questa constatazione, nei prossimi mesi cercheremo di lavorare senza sosta per farci trovare pronti in occasione dei prossimi appuntamenti elettorali. Il coordinatore provinciale dei Giovani, Verta ha sottolineato che: “Insieme a Franco Talarico, Luca Morrone, Luigi Fedele ed ai neo Commissari provinciali di Cosenza, Piero Lucisano e Giuseppe Bitonti, abbiamo avviato un lavoro importante. Un impegno che icuramente ci darà risultanti concreti a partire dai prossimi mesi. Banco di prova saranno le elezioni Provinciali a Vibo Valentia, dove il nostro partito sta puntando forte sul sindaco di Capistrano Marco Martino, che oltre a ricoprire il ruolo di sindaco è anche il coordinatore nazionale dei Giovani dell’Udc, ed ha il pieno supporto di tutti i vertici calabresi. La strada è tracciata, lo Scudocrociato in Calabria riparte dai giovani e lo fa con gente seria, e un gruppo di amministratori corposo, pronto a dimostrare che questo partito è vivo, e che per le prossime regionali potrà dare un forte contributo per il ritorno del centrodestra a Palazzo Campanella”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento