L’esposizione di pittura personale della sorianese Sara Grillo a Matera Capitale della Cultura 2019

E' il sindaco Francesco Bartone a darne notizia

“C’è anche un po’ di Soriano a Matera Capitale culturale d’Europa 2019, con una interessante esposizione di pittura personale di Sara Grillo, genius sorianese, che ha già aperto i battenti il giorno ufficiale della proclamazione della storica città dei sassi”.

E’ il sindaco Francesco Bartone a darne notizia.
Alla suggestiva galleria materana “Saxarte” di Aldo e Rosa Montemurro, ricavata in uno dei tanti affascinanti ambienti del sasso Caveoso, l’artista sorianese, personalità artisticamente complessa, espone venti dipinti che, secondo un percorso filologico, personificano il ”femminile e il sacro “, concetti molto caro all’artista, legati da un certo aspetto divinamente metafisico che si pone, a livello spirituale, in una sorta di “sacratum” materico dove l’uomo si sottrae all’indefinitezza dello spazio e del tempo, poiché Dio è presente all’uomo “qui” e “ora” nelle delicate forme e nelle abbondanti cromie.
C’è, nella pittura di Sara Grillo, una sintesi del mondo in cui la pittura traspone in forme permanenti quello che, nell’universo, si trova in cessante movimento.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento