“La Viola è Reggio Calabria”: sit-in del Coordinamento giovanile di Forza Italia per sensibilizzare l’Amministrazione comunale

I giovani forzisti questa mattina si sono resi protagonisti di un sit-in davanti all’ingresso principale del Palazzetto di Pentimele, da sempre emblema della pallacanestro reggina ed in particolare della Viola Basket.


Uno striscione la dice tutta sul messaggio che c’è dietro questa azione di protesta: “Sindaco, la Viola è Reggio Calabria!”. La manifestazione del Coordinamento giovanile, infatti, mira ad attirare l’attenzione dell’Amministrazione sullo stato di grave difficoltà in cui versa la storica Società sportiva, così come le altre realtà non solo del mondo della palla a spicchi.
L’obiettivo del Coordinamento Giovanile è quello di ricordare a chi governa la città dello Stretto di occuparsi anche dello sport e delle relative problematiche che, a catena, si sono abbattute sul settore a causa della pandemia.
Con l’impossibilità di far accedere il pubblico agli eventi sportivi, le difficoltà economiche si sono acuite ed i neroarancio versano in condizioni di estrema gravità. Non essendoci possibilità di incasso dal ticketing, i costi a partita (circa 2mila euro) sono diventati davvero insostenibili per la Società. Ecco perché i giovani forzisti hanno chiesto uno sforzo concreto e realizzabile da parte dell’Amministrazione, ovvero sospendere le quote campo del Palazzetto per il 2020/21. Un altro intervento che sarebbe di grande aiuto per abbattere i costi dei singoli match sarebbe il cambio di capienza del Palazzetto, perché diminuendo il numero di potenziali accessi all’impianto sportivo proporzionalmente si ridurrebbero i costi fissi dettati dalle norme per la sicurezza. Un’accortezza tecnica che farebbe risparmiare parecchio denaro alla Società che nei decenni ha dato grande lustro a Reggio Calabria. Proposte, quelle del Coordinamento giovanile di Forza Italia, concrete ed attuabili senza grandi sforzi da parte dell’Amministrazione.

Contenuti correlati