La serrese Rosella Carè vince una borsa di studio di livello internazionale

La serrese Rosella Carè, ricercatrice in servizio al Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell’Università di Cagliari, ha ottenuto la prestigiosa borsa “Marie Sk?odowska Curie Individual Fellowship” grazie al primo posto ottenuto nell’area Global Fellowship – Economics (GF-ECO) dal suo progetto di ricerca, denominato “COPERNICUS – SoCial Finance for SOcial EnterPrisEs: TheoRy aNd PractICe to bUild a more incluSive society”, che prevede il coinvolgimento – in qualità di Host Institution – della Waterloo University e dei professori Riccardo De Lisa e Olaf Weber in qualità di supervisori delle attività di ricerca.

Obiettivo delle azioni “Marie Sk?odowska-Curie Individual Fellowships” è “sostenere la formazione alla ricerca e lo sviluppo di carriera dei migliori e più promettenti ricercatori europei, offrendo loro opportunità di acquisire nuove conoscenze e di lavorare in ambito di ricerca ed innovazione in un contesto europeo o extraeuropeo”. Il risultato è stato raggiunto grazie al superamento di una dura selezione caratterizzata da specifici criteri di aggiudicazione e da una competizione a livello globale. Già dottore di ricerca presso il prestigioso Conservatoire National des Arts et Métiers di Parigi, Carè è stata assegnista di ricerca dal 2016 al 2018 presso l’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro. Ricercatrice dal 2018 presso l’Università di Cagliari, è stata Visiting Researcher nel 2016 presso la Waterloo University (Canada) e nel settembre 2018 ha conseguito l’Abilitazione scientifica nazionale a professore universitario di seconda fascia.

Contenuti correlati