La provocazione di Pino Masciari: “Testimoni di giustizia vittime dello Stato?”

Il testimone di giustizia originario di Serra San Bruno Pino Masciari

“Sono tanti i testimoni di giustizia che mi contattano e fanno riferimento all’associazione ‘Legalità Organizzata’, per affidarmi  il loro dolore e la loro incredulità per quello che stanno subendo, le stesse che ho provato io, e posso dire, che dopo tanti anni, sui testimoni di giustizia nulla  è cambiato: allora non vi erano le Leggi, oggi ci sono le Leggi che non migliorano lo status dei testimoni di giustizia”.

È quanto afferma l’imprenditore è testimone di giustizia di origini serresi Pino Masciari che pone diverse domande: “Perchè lo Stato non risolve la questione? Qual è il vero ostacolo? Chi non vuole che questi cittadini siano di esempio civile vivo nella nostra società infettata a tutti i livelli da corruzione e criminalità, per far capire che osare contrastare questi fenomeni è possibile?”.

“La lotta alla mafia – sostiene passa dall’esempio civile di queste persone che rischiano la propria vita per riscattare l’onore dello Stato.

Finchè i Testimoni di Giustizia saranno ‘tenuti nascosti’, violentati nella loro dignità facendogli subire  la vergogna della scelta di onestà,  non vi sarà mai nella nostra società un sentimento di avversione per l’illegalità, nessuno oserà mai.

Forse – è la provocazione finale – il progetto è proprio questo: da vittime della criminalità a vittime dello Stato?”.

Contenuti correlati