La Polizia sequestra oltre 900 chili di pesce avariato

In data odierna, nel corso degli ordinari controlli effettuati in ambito autostradale, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cosenza Nord, ha proceduto al controllo di un autocarro all’interno dell’area di servizio “Cosenza Ovest” poiché, pur trattandosi di un Fiat Ducato senza cella frigorifera, dallo stesso proveniva un forte odore di pesce.
Fatte aprire le portiere del vano di carico, gli agenti hanno rinvenuto all’interno 230 casse colme di “novellame” per oltre 920 chili di prodotto, pari un valore medio stimabile in circa 15.000 euro.
Poiché la merce in argomento era priva di etichettatura di provenienza e di identificazione e veniva trasportata in violazione delle norme relative all’igiene e conservazione degli alimenti, i poliziotti, di concerto col Servizio veterinario della locale Azienda Sanitaria Provinciale, hanno sequestrato la merce contestando, altresì, le violazioni amministrative al conducente del furgone con sanzioni pari a complessivi 5000 euro.
Il carico è stato inviato presso la Capitaneria di Porto di Cetraro per la prevista eliminazione.
Dalle dichiarazioni rilasciate dall’autista, Z.A., 34enne nato a Messina, con precedenti specifici, la merce, nella primissima mattinata odierna era stata caricata a Foggia ed era destinata ai mercati ittici del messinese.
Sono in corso ulteriori accertamenti a carico del proprietario del veicolo.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento