La Polizia scopre 8000 piante di canapa indiana e arresta due persone

La vendita della sostanza stupefacente avrebbe consentito di ricavare una somma di circa 5 milioni di euro

La piantagione che gli agenti hanno scoperto ad Ardore Marina
Ieri, gli agenti del Commissariato di Siderno hanno arrestato due pregiudicati di San Luca, il 50enne S.G. ed il 47enne P.L., in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale di Locri per  i reati di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e furto. 

All’emissione da parte dell’Autorità Giudiziaria della misura restrittiva gli investigatori sono giunti grazie ad una complessa attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri e brillantemente eseguita dagli agenti del Commissariato di Siderno. Hanno, così, scoperto una vasta piantagione di oltre 8.000 piante di cannabis nascosta in un terreno di proprietà demaniale ad Ardore Marina. Per l’irrigazione delle piantine era stato realizzato anche un sofisticato impianto di irrigazione allacciato abusivamente alla condotta idrica di quel Comune. La vendita della sostanza stupefacente avrebbe consentito di ricavare una somma di circa 5 milioni di euro.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento