La lettura come strumento di crescita, anche quest’anno il Comune di Serra aderisce al “Maggio dei libri”

La scuola elementare di Spinetto "Nazzareno Carchidi"

Il 23 aprile di ogni anno ricorre la Giornata mondiale Unesco del libro e del diritto d’autore e “Il Maggio dei libri” ha rinnovato il proprio appuntamento con l’obiettivo di sottolineare il valore della lettura quale strumento chiave della crescita personale, culturale e civile.
Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale di Serra San Bruno, “da sempre in prima linea nello sviluppo della cultura”, aderisce al “Maggio dei libri”. A darne notizia è l’assessore comunale con delega all’Istruzione, Brunella Albano. L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con le scuole elementari. Rispetto alla passata edizione, l’adesione si è incrementata con quattro classi della scuola primaria statale “Nazzareno Carchidi” (le due seconde e le due quarte) e tutte le classi della scuola dell’Infanzia di “Spinetto” e “Terravecchia”. I bambini dell’asilo lavoreranno su un silent book (un libro senza parole) dal titolo “Professione coccodrillo”, trattando il tema della libertà e, per tale occasione, produrranno dei cartelloni e, probabilmente, a loro volta creeranno un proprio libro. I ragazzi della scuola primaria del plesso “Carchidi”, invece, lavoreranno sulle poesie di Mastro Bruno Pelaggi, utilizzando il libro “Li Stuori”, recitate dal professore Gambino e tratteranno i temi della lingua e del patrimonio. Le classi seconde produrranno dei disegni, mentre le quarte proveranno a creare una piccola rappresentazione teatrale.
“Non sono ancora trascorsi neanche due anni da quando questa Amministrazione si è insediata – ha affermato il sindaco Luigi Tassone – e già diverse sono state le attività culturali poste in essere anche, come in questo caso, con il diretto coinvolgimento delle scuole e tante verranno ancora organizzate, perché come diceva un grande scrittore come Pier Paolo Pasolini ‘puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura’”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento