La Fiamma Tricolore reagisce a brutto muso a Bersani: “Noi con valori, lui con pregiudicati”

"Non possiamo esimerci dal ringraziarlo per aver preso le distanze dai valori della Fiamma Tricolore"

“Non avevamo ancora smesso la penna dopo la stesura dell’ennesimo comunicato in cui chiedevamo una distensione dei toni che giunge in città il genio che non ti aspetti ad alimentare il fuoco ‘elettorale’ e la macchina del fango sugli avversari”. Giuseppe Minnella, Portavoce provinciale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore non intende subire passivamente gli attacchi provenienti dal presidente di Articolo 1, Pierluigi Bersani, sbarcato a Reggio Calabria per fornire supporto a Giuseppe Falcomatà in vista delle elezioni di domenica e lunedì prossimi.


“In questo caso – contrattacca con vigore il rappresentante della Fiamma – il trofeo dell’imbecillità viene vinto da Pierluigi Bersani che, anziché sostenere il suo candidato sindaco per la sua amministrazione, per il suo buon operato, non potendo evidentemente puntare su questi fattori, non fa altro che citare e vilipendere altri partiti, altri programmi, altri candidati. Ed allora non possiamo esimerci dal ringraziarlo per aver preso le distanze dai valori della Fiamma Tricolore: noi infatti non abbiamo mai avuto a che fare con delinquenti, non abbiamo mai avuto arrestati tra le nostre fila, non siamo tra i fautori dei più grandi decreti di liberalizzazione economica che abbiano mai visto la luce nel nostro Paese.
Il signor Pierluigi Bersani è un sostenitore del liberismo economico, della finanza internazionale, della globalizzazione che porta allo schiavismo dei lavoratori e allo sfruttamento dell’immigrazione. Del signor Pierluigi Bersani vorremmo leggere e presentare alla popolazione un curriculum, ma non ci è possibile in quanto a libro paga del popolo italiano dalla fine degli anni ’70 e quello riportato sul famoso “Wikipedia” cita come unica esperienza “lavorativa” quella di ‘Chierichetto’ e proprio in tal ambito organizzante uno sciopero della sua categoria contro il parroco. Esilarante, non trovate?
Lotte vere, di una sinistra machista che difende quotidianamente i lavoratori: perbacco! Tra le mostrine puntate in petto addirittura quella di aver fondato una sezione di ‘Avanguardia operaia’, organizzazione terroristica di estrema sinistra i cui ‘compagni’ uccisero a sprangate il povero Sergio Ramelli. Complimenti per i suoi valori! Al signor Pierluigi Bersani, a cui dedichiamo queste poche righe nei pochi minuti di una pausa lavorativa, cosa a lui sconosciuta (il lavoro, non la pausa) rivolgiamo il nostro ringraziamento per non averci diffamato prendendo le distanze dai nostri comportamenti”.
“Lui – ironizza Minnella – continui a smacchiare giaguari e viaggiare politicamente con pregiudicati di ogni risma. Noi continueremo sulla strada dell’onestà, della tradizione e della difesa, vera e non a parole, di tutti i cittadini di qualsiasi orientamento politico essi siano”.

Contenuti correlati