Intimidazioni nel Vibonese, cartucce e una tanica di benzina all’ingresso di un cantiere a Soriano

Le deposizioni del costruttore hanno già portato alla condanna dei responsabili delle estorsioni subite

All’ingresso del cantiere della ditta Itec srl, che sta ristrutturando appartamenti di edilizia popolare, sono state lasciate due cartucce di fucile a pallettoni ed una tanica contenente benzina.

L’episodio è accaduto a Soriano Calabro, in provincia di Vibo Valentia. L’azienda appartiene all’imprenditore edile 55enne Antonino Chiaromonte, di 55 anni, di Triparni, tempo fa gambizzato e destinatario di altre intimidazioni, compresa una risalente al 13 settembre dello scorso anno e compiuta nella frazione vibonese di Portosalvo. Le deposizioni del costruttore hanno già portato alla condanna, in sede processuale, dei responsabili delle estorsioni subite.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*