Intimidazioni in Calabria: proiettile di arma da fuoco nella cassetta postale di un assessore comunale

Carmelo Rota, assessore comunale di Casali del Manco, in provincia di Cosenza, ha rinvenuto, all’interno della cassetta postale della propria abitazione, un proiettile di arma da fuoco di grosso calibro. Eletto per Fratelli d’Italia, era appena rientrato da un pranzo consumato con i propri familiari. Nei minuti immediatamente successivi, si è rivolto al proprio avvocato ed agli inquirenti che hanno avviato le indagini sull’intimidazione rivolta all’amministratore pubblico.

“Non ci può essere giustificazione per un gesto simile, che mette a repentaglio l’incolumità fisica e psicologica innanzitutto delle mie due bambine e poi di mia moglie”: sono state queste le parole preoccupate del componente della Giunta comunale. Una azione, quella subita, che egli stesso ha qualificato come “ancor più vile” perché, sostiene, compiuta “contro chi ogni giorno è impegnato a lavorare con dedizione per il benessere della propria comunità”. Il suo auspicio è che questo episodio, tale da minare le fondamenta democratiche su cui si regge una comunità libera, costituisca l’inizio di una profonda riflessione sul problema della sicurezza degli amministratori”.

Contenuti correlati