Intimidazione a colpi di kalashnikov e di pistola: arrestato un ragazzo di 23 anni

Esplosioni pericolose, minaccia aggravata, porto abusivo in luogo pubblico di armi da fuoco: sono questi i reati di cui risponde un giovane di 23 anni che i Carabinieri hanno arrestato seguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe autore di un’intimidazione, a colpi di kalashnikov e di pistola. Un episodio che sarebbe collegato ad un altro di cui furono protagonisti, alcuni giorni prima, ladri che sottrassero dei quad. Raggiunta un’area di servizio in località Trepidò, a Cotronei, in provincia di Crotone, si sarebbe dotato di armi che aveva custodito all’interno del portabagagli ed avrebbe sparato. I controlli eseguiti dagli investigatori dell’Arma permisero di accertare che un proiettile aveva causato danni ad un palo, un secondo era, invece, finito, in direzione di un fabbricato.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento