Insulta e picchia i Carabinieri che lo inseguivano: 24enne finisce ai domiciliari

Nella nottata di domenica un giovane di 24 anni, con precedenti di polizia, per i reati di resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato ed evasione.
Nello specifico, i Carabinieri della Stazione di Taurianova assieme a quelli del Nucleo Radiomobile, nel corso di un normale servizio di pattuglia, sono intervenuti in ausilio al personale sanitario – richiesto dal ragazzo, D.M.F, del posto, per un malessere – nei pressi della sua abitazione, dove era già in regime di arresti domiciliari.
Il 24enne, in evidente stato di alterazione dovuto all’abuso di alcolici, alla vista dei militari sarebbe fuggito nelle campagne circostanti e solo l’intervento di altre pattuglie, chiamate per concorrere nelle immediate ricerche, avrebbe consentito di rintracciarlo e bloccarlo.
Al momento del fermo il taurianovese avrebbe dato in escandescenza, colpendo ripetutamente con calci e pugni i militari e proferendo parole ingiuriose e minacce nei lori confronti. L’uomo è stato bloccato e messo all’interno della vettura di servizio, dove avrebbe continuato ad adottare una condotta violenta colpendo ripetutamente anche lo sportello dell’auto, danneggiandola. D.M.F. è stato quindi portato in caserma e, dopo le formalità di rito, condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento