Insulta la fidanzata che lo ha appena lasciato e viene pestato da venti ragazzi

Lesioni personali e percosse i reati contestati ai responsabili

Un gruppo di ragazzi ha scatenato un violentissimo parapiglia nel pomeriggio di mercoledì sulla spiaggia di Scilla, in provincia di Reggio Calabria.

A provocarla sarebbero stati gli insulti rivolti da C.B. all’indirizzo della fidanzata “colpevole” di aver deciso di troncare la relazione sentimentale con il diciottenne. Per tutelarla sono prima intervenuti due amici, F.C. e M.C.: il primo si sarebbe reso responsabile di una spinta che ha provocato la caduta del rivale, il secondo, allontanatosi momentaneamente, sarebbe tornato di lì a poco con una ventina di ragazzi intenzionati a pestare C.B.. I colpi inferti al giovane ne hanno reso necessario l’accompagnamento agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria dove i medici ne hanno disposto il ricovero: dalla frattura al volto, sotto l’occhio sinistro, guarirà in un mese. I Carabinieri hanno dato inizio all’attività d’indagine volta all’identificazione di tutti gli autori della rissa, accusati di lesioni personali e percosse.

Contenuti correlati