Infermiera deceduta per Covid-19: l’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio rassicura i cittadini

"La dipendente era assente dal servizio sin dal 3 ottobre"

La Direzione dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, nell’apprendere della dolorosa notizia del decesso dell’infermiera Annamaria C., esprime le più sentite condoglianze ai familiari.


“La dipendente – è scritto in un comunicato – si è sempre distinta per cortesia, signorilità e professionalità, doti per le quali era stata preposta a curare personalmente i contatti telefonici del numero unico dedicato alla Breast Unit ed a coordinare le visite delle pazienti bisognevoli di apporto plurispecialistico (chirurgico, radiologico, oncologico, radioterapico).
Pur in questo momento di dolore, allo scopo esclusivo e doveroso di rassicurare l’utenza, l’Azienda precisa cha la dipendente era assente dal servizio sin dal 3 ottobre ed aveva comunicato la positività al Covid solo in data 15 ottobre, a seguito del tampone effettuato dall’Azienda Sanitaria Provinciale il giorno precedente, per la comparsa di sintomatologia ed abitando la stessa in zona a rischio; nonostante il significativo periodo intercorso dalla sua ultima presenza in ospedale (oltre 10 giorni) si è, comunque, provveduto – specifica la nota – a sottoporre a tampone diagnostico tutto il personale della Breast Unit, con esito negativo”.

Contenuti correlati