Individuato l’autore del furto della targa della Lega a Reggio Calabria

A seguito della denuncia di furto occorsa il 18 giugno in via Miraglia da parte del rappresentante del partito della Lega, relativa alla sottrazione della targa identificativa apposta all’esterno della sede appena inaugurata alla presenza di Matteo Salvini solo qualche giorno prima, personale della Polizia di Stato – Digos sezione Investigativa, ha avviato immediate indagini finalizzate alla individuazione dei rei.

Con il costante coordinamento da parte della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, gli agenti della Digos hanno iniziato un lavoro di visualizzazione di immagini tratte dalle telecamere presenti nella zona del misfatto accertando così che la sera del 18 giugno un gruppo di ragazzi, poco dopo la mezzanotte, si è soffermato nei pressi della citata del Carroccio, e uno di loro ha scardinato l’insegna, disfacendosene poco dopo.

L’attività investigativa è proseguita nei giorni seguenti e al termine della stessa, coordinata dal procuratore della Repubblica Bombardieri, dal procuratore vicario Dominijanni e dal Pubblico Ministero De Salvo, dopo l’identificazione del soggetto autore della sottrazione, si è proceduto alla perquisizione della sua abitazione, dove è stato rinvenuto l’abbigliamento indossato dal giovane durante l’azione delittuosa e nitidamente ripresa dalle immagini delle telecamere.

I primi approfondimenti svolti dalla Digos hanno escluso, al momento, implicazioni di natura politica, rilevando futili motivi alla base del gesto.

La targa è stata restituita agli aventi diritto.

Contenuti correlati