Incontro dei Sindaci dell’Area dello Stretto con il Prefetto, il Gruppo consiliare di Forza Italia critica l’assenza di Falcomatà: “Forse era impegnato in uno shooting fotografico”

In una nota i consiglieri comunali di Forza Italia esprimono le loro considerazioni sull’assenza del sindaco Falcomatà alla riunione tenutasi mercoledì a Cardeto tra il Prefetto Clara Vaccaro e i sindaci dei Comuni di Calanna, Campo Calabro, Cardeto, Fiumara, Laganadi, Motta San Giovanni, San Roberto, Sant’Alessio in Aspromonte, Santo Stefano in Aspromonte, Scilla e Villa San Giovanni. Unici assenti, senza giustificazione, il sindaco Falcomatà e il sindaco di Bagnara Calabra. Il sindaco di Montebello parteciperà, invece, all’incontro con i sindaci dell’Area Grecanica.

“Una riunione fondamentale per rappresentare le problematiche del territorio, che il sindaco Falcomatà ha pensato bene di disertare, probabilmente impegnato in uno degli shooting fotografici dei cantieri in corso d’opera, con cui sta dilettando i cittadini nelle ultime settimane” dichiarano i consiglieri.

“Ma se è vero che la politica è fatta di presenza sui territori, è vero anche che tra i doveri dell’Amministrazione rientra anche la partecipazione ai tavoli istituzionali: l’incontro di mercoledì con il Prefetto avrebbe potuto rappresentare un’ulteriore occasione di confronto sui temi fondamentali per lo sviluppo del nostro territorio, nonché di tutte quelle criticità che ostacolano l’azione amministrativa” dichiarano i consiglieri forzisti.

“Quando affermiamo che la città si trova in uno stato di abbandono, non ci riferiamo soltanto ai disservizi, ma ad un’azione politica quotidiana che derivi da un disegno programmatico di città – dichiara il gruppo consiliare nella nota – Ad oggi, però, si aggiunge anche un altro tassello: l’assenza fisica del sindaco a riunioni che rappresentano uno snodo cruciale per lo sviluppo di tutta l’area dello Stretto, considerando anche che, tra i temi affrontati nell’incontro con il Prefetto, il Ponte sullo Stretto ha avuto un ruolo centrale all’interno del dibattito circa le enormi potenzialità che questa infrastruttura rivestirà, in termini di investimenti e attrazioni, per i territori coinvolti”.

Contenuti correlati