Inchiesta su ‘ndrangheta e appalti: obbligo di dimora per Mario Oliverio

Le indagini sono condotte dalla Guardia di Finanza

Il Giudice delle indagini preliminari di Catanzaro ha ordinato l’obbligo di dimora nel Comune di residenza, a San Giovanni in Fiore, nei confronti di Mario Oliverio.

Il presidente della Regione, a cui il provvedimento è stato consegnato dai militari della Guardia di Finanza, deve rispondere del reato di abuso d’ufficio. La stessa misura cautelare è stata adottata a carico di Marco Oliverio, in passato sindaco di Pedace. Contestualmente sono scattate le manette ai polsi di Giorgio Barbieri, proprietario dell’impresa che sta costruendo la funivia a Lorica, in Sila. Secondo gli inquirenti, sarebbe lui il punto di riferimento della cosca Muto, attiva a Cetraro, nel mondo degli affari. Sotto inchiesta anche diversi importanti funzionari della Regione nei cui riguardi è stata già ordinata la sospensione dai rispettivi ruoli. L’attività investigativa, portata avanti dalla Guardia di Finanza di Cosenza, è coordinata dal Procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Nicola Gratteri. 

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento