Incendiato il presepe allestito dagli Scout, Neri: “È il segno del degrado umano”

“L’incendio divampato la scorsa notte a Catona e che ha distrutto la ‘Natività’ allestita in piazza Matteotti dal gruppo locale Scout e da altre realtà associative del territorio, è un’offesa per l’intera comunità catonese. Una comunità operativa, sana, intaccata nella propria sensibilità cristiana”. È quanto sostiene il segretario-questore del Consiglio regionale Giuseppe Neri, che aggiunge: “il presepe, amorevolmente costruito dal gruppo Agesci, rappresentava un bellissimo messaggio di speranza e di fraternità. Valori inestimabili che il Natale condensa vigorosamente attraverso dei simboli come quello della Natività. Per questo, il gesto di ‘poveri’ vandali è inqualificabile e provoca rabbia, se si considera che è stata presa di mira un’immagine di armonia e il messaggio che ne deriva. Segno tangibile di degrado umano ancor prima che educativo”.
Neri rivolge l’invito ai ragazzi del gruppo Scout, ma anche a chi, ogni giorno, si impegna in un servizio credibile di aggregazione sociale: “continuate con la stessa passione e con lo stesso entusiasmo, perché le vostre virtù e la vostra integrità, riempiono un deprimente vuoto morale in una società ostaggio di un’allarmante crisi di valori, soprattutto cristiani. Ricostruiamo il presepe. Da cittadino di Catona farò la mia parte!”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento