“In Calabria serve accelerare sulle vaccinazioni e chiudere subito le scuole”

Francesco Sapia

«Ora che ci sono un nuovo Governo, un nuovo capo della Protezione civile nazionale e un nuovo Commissario per l’Emergenza Covid, c’è la necessità e l’urgenza di definire un più stretto coordinamento tra i vari livelli istituzionali al fine di accelerare sulle vaccinazioni e quindi tutelare la salute e l’economia».

Lo afferma, in una nota, il deputato Francesco Sapia (Misto, Alternativa c’è), che alla Camera siede in Commissione Sanità. «In particolare, occorre recuperare – sottolinea il deputato – terreno rispetto ai gravi ritardi e alla costante disorganizzazione sulle vaccinazioni in Calabria, definendo procedure specifiche per assicurarne al più presto la prenotazione e la somministrazione in sicurezza, intanto agli anziani e ai pazienti con malattie croniche. È tra l’altro indispensabile chiudere le scuole e vaccinare celermente a tappeto il personale scolastico, perché – rimarca il parlamentare – l’innalzamento della curva epidemiologica e la diffusione delle varianti più contagiose non possono lasciarci indifferenti, impreparati e a bocca aperta. Ulteriori perdite di tempo, peraltro, potrebbero vanificare gli sforzi finora compiuti sul fronte della ricerca scientifica». «Le istituzioni sanitarie della Calabria – conclude Sapia – devono agire con maggiore fermezza e determinazione, raccordandosi con la Protezione civile e con il commissario all’Emergenza Covid. Mi auguro che il sostituto presidente della Calabria, Nino Spirlì, dia una scossa forte alle strutture regionali. Infine auspico che si arrivi al più presto alla chiusura delle scuole calabresi, garantendo a tutti gli studenti la didattica a distanza».

Contenuti correlati