Il viceministro Edmondo Cirielli in visita all’Istituto Italiano di Criminologia

È stata una visita breve ma intensa, quella avvenuta nei giorni scorsi, da parte del viceministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Edmondo Cirielli presso l’Istituto Italiano di Criminologia. Ad attenderlo a Palazzo Gagliardi, sede della facoltà vibonese, il prefetto Paolo Grieco, il presidente della provincia Corrado L’Andolina, il sindaco Maria Limardo e le massime autorità civili e militari della provincia vibonese. L’importante esponente del Governo Meloni, accompagnato da Pasquale La Gamba, è stato accolto nell’aula magna, gremita di studenti e dei docenti dell’istituto. 

Dopo il benvenuto del rettore Saverio Fortunato che ha ribadito il percorso dell’istituto vibonese e l’importanza strategica e le sue ricadute in questo territorio dell’unica facoltà universitaria vibonese, gli ottimi rapporti costruiti con le istituzioni italiane, estere soprattutto con le polizie più importanti al mondo. Successivamente la parola è passata per un saluto istituzionale al sindaco Maria Limardo, felice di questi appuntamenti nella città di Vibo Valentia.

Cirielli si è complimentato per il lavoro che l’Istituto svolge nel territorio vibonese, rivolgendosi agli studenti gli ha ribadito l’importanza dello studio come strumento di crescita personale e di riscatto, focalizzando gli impegni e l’attenzione del governo Meloni per i giovani e la loro formazione e promettendo il suo ritorno nella città.

Contenuti correlati