Il sannicolese Nicola Pirone ricevuto dal presidente dell’ordine dei giornalisti cubani

Un colloquio di oltre un’ora e mezza con al centro la stampa calabrese, italiana e cubana, si è svolto nel pomeriggio di martedì a L’Avana, capitale di Cuba. Nella sede della Upec (Unione dei giornalisti cubani), il presidente Ricardo Ronquillo e l’intero direttivo dell’organo nazionale di stampa, hanno ricevuto il sannicolese Nicola Pirone, accompagnato dal produttore del notiziario di Cubavision Juan Gutierrez e da Yoima Acuña, mente del programma per bambini “Amanacer feliz”.

Organizzatore dell’incontro è stato il giornalista cubano Carlos Manuel Serpa, il quale più volte ha apprezzato il modello di stampa italiano. È la prima volta in assoluto che un giornalista calabrese viene ricevuto con tutti gli onori dall’ordine dei giornalisti cubani. Durante l’incontro sono stati diversi i temi affrontati, dalla politica nazionale a quella internazionale passando per il giornalismo, con Cuba che si appresta a un cambio di tendenza. Particolarmente affascinante, per gli organi superiori del giornalismo cubano, è stato l’accostamento con la Calabria che fino a ora conoscevano solo grazie a qualche video di kalabriatv.it e le notizie, non sempre positive, pubblicate dai media internazionali. Nell’incontro si è parlato molto della nostra regione e di ciò che può offrire al mondo. In conclusione dei lavori il presidente della Upec Ronquillo ha regalato al giornalista calabrese il codice etico in dotazione alla stampa cubana e due manuali in uso agli studenti di giornalismo in Cuba, ricevendo in cambio la “Peperina” la penna calabrese a forma di peperoncino che proprio la web tv dei calabresi nel mondo sta diffondendo. Infine, i membri della Upec, per una sempre più attiva collaborazione hanno invitato il giornalista a un incontro nazionale per il prossimo 28 gennaio, giorno in cui la stampa cubana celebra il pensatore José Martì. Inoltre, sono stati avviati dei contatti affinché kalabriatv sia vista in chiaro nell’isola, alla quale sarà dedicato uno spazio da concordare. “È un momento storico per la Calabria e per i media che rappresento – ha commentato Nicola Pirone – perché finalmente anche all’estero il nostro lavoro è apprezzato. Insieme al presidente Ronquillo e al suo staff abbiamo intrapreso una serie d’iniziative che vedranno Cuba e la Calabria sempre più vicine. Abbiamo discusso delle varie analogie nei nostri mondi e sulle nuove strategie che la stampa cubana sta per intraprendere. Entrambi alla fine dell’incontro abbiamo espresso il desiderio di continuare ancora a lungo questa collaborazione, in particolare creando degli spazi informativi anche qui a Cuba. Hanno particolarmente apprezzato video e articoli pubblicati in questi mesi dove si è parlato del loro paese e riconosciuto ancora una volta la bellezza della Calabria”. Infine, kalabriatv sarà parte attiva di due distinti progetti che vedranno come protagonisti la Calabria e Cuba nei prossimi mesi di febbraio e aprile, in particolare modo i riferimenti saranno il quinto centenario della fondazione di Avana e il quinto centenario della canonizzazione di San Francesco di Paola, un Santo conosciuto anche nel paese caribeño, tanto da dedicare un intero quartiere nel quale oltre a tanti emigranti calabresi hanno vissuto anche lo scrittore Ernest Hemingway e il rivoluzionario Camilo Cienfuegos.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*