Il nipote di Che Guevara per tre giorni in Calabria ospite di Liberi e Uguali

Giovedì alle 18 , nei locali del Circolo ReggioSud, sarà protagonista di un dibattito

Continua l’attività politico–culturale del Circolo “ReggioSud” di Liberi e Uguali che, dopo l’interessante mostra/convegno sui migranti, mette a segno un altro importante colpo.

Il Circolo di via Sbarre Centrali ha intercettato in Spagna, dove attualmente vive e lavora, Martin Guevara ( figlio di Juan Martin Guevara, fratello di Ernesto) scrittore, viaggiatore, pittore. La sezione di LeU lo ospiterà per tre giorni. In questo lasso di tempo Guevara visiterà la città culminando la sua permanenza nella giornata di giovedì 22 novembre alle ore 18 proprio nei locali del Circolo ReggioSud dove sarà protagonista di un dibattito pubblico con al centro la politica estera, la storia, i libri e, naturalmente, curiosità e vicende legate a suo zio Ernesto Guevara de La Serna. Mercoledì 21, Martin Guevara, accompagnerà una delegazione del Circolo, con a capo Demetrio Delfino, alla manifestazione antiracket promossa da “Libera”. Martín Guevara Duarte, il nipote di Che Guevara, nasce a Buenos Aires in Argentina nel 1963, all’età di 10 anni insieme alla famiglia si trasferisce a Cuba, rimanendo all’Avana per circa 10 anni. Da adulto percorre l’America Latina e l’Europa. Scrive articoli, riflessioni, libri. Racconta l’influenza esercitata dallo zio sulla sua vita nel libro ‘A la sombra de un mito’, all’International GrandPrix Advertising Strategies ha ricevuto il Premio Comunicazione e Letteratura 2017, per il suo costante impegno critico e il contributo offerto alla divulgazione dei valori di coerenza e anticonformismo incarnati dal ‘Che’. “Si dice che la figura di Che Guevara abbia trasformato il mondo più dell’immagine di Cristo – spiega -. È morto giovane e coerente, per difendere degli ideali di uguaglianza: caratteristiche che hanno contribuito a renderlo un mito per l’Occidente. Nel libro ho voluto raccontare come mio zio ha influenzato la vita della mia famiglia, così come il rispetto e la trasmissione di quello che il suo esempio mi ha lasciato da un punto di vista interiore”. Al momento sta lavorando a un racconto ambientato in Europa su un personaggio che è una sorta di ‘difensore dei diritti umani’ della nostra epoca in lotta contro la corruzione, soprattutto in Spagna. Parla dell’impunità della finanza, delle banche e della costruzione di un sistema che lascia finire la gente per strada senza pagarne le conseguenze. Oggi vive in Spagna a Leon a circa 300 chilometri da Madrid.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento