“Il Meridio” protagonista all’incontro “Reggio domani, dal politicante alla politica”

“Dal politicante al politico”, è stato questo l’oggetto del secondo incontro con il mondo del giornalismo promosso da #AmaReggio – Stanza101 per riflettere su come potrebbe essere la Reggio di domani, nel tentativo di bypassare il rischio della mera alternanza e così proiettandosi alla promozione di un’alternativa per la guida della città in riva allo stretto. Ospiti del salotto del Cenacolo culturale impertinente sono stati Nicola Martino, condirettore editoriale de “Il Meridio” e Fabrizio Pace, direttore responsabile de “Il Metropolitano”.

Implacabile il giudizio sulle condizioni di intollerabile sofferenza in cui versa la città, a causa di problemi ormai ampiamente conosciuti, dal degrado urbano alla crisi idrica, dall’inefficienza dei servizi essenziali alle criticità del settore terziario.
“I problemi sono sotto gli occhi di tutti – ha ammesso Fabrizio Pace – ma quello che potrebbe essere e dovrebbe essere l’auspicio per il futuro della nuova classe dirigente è quella programmazione che consiste nel dare una strategia evolutiva che potrà essere sul turismo, sull’impresa, sull’agricoltura”. Determinato l’intervento di Nicola Martino che, criticando incompetenza e arroganza di quella che ha definito “una generazione di giovani esponenti politici” che sta amministrando attualmente la città, ha chiarito che “per avere un’idea non basta l’uomo solo al comando, serve cominciare a costruire una classe dirigente autentica e una leadership condivisa” di cui si sente l’assenza, “coinvolgendo persone adeguate”.
È seguito un in appassionato confronto con gli altri ospiti che ha permesso di accendere i riflettori su aspetti giudicati decisivi, come il potenziamento delle infrastrutture e il coinvolgimento dei corpi intermedi. Il dibattito si è, quindi, concluso elogiando il ruolo svolto dai cenacoli culturali come Stanza 101 che svolgono la funzione di promuovere il confronto, selezionare gli interessi strategici su cui basare il rilancio e contribuire a ideare percorsi concreti per un futuro credibile.

Contenuti correlati