IL CHIARIMENTO | Documento Pd di Chiaravalle a sostegno di Neri: solo casi di omonimia, le firme erano reali

In un momento di tensione, basta poco per alimentare sospetti e incomprensioni. Nella difficile situazione vissuta dal Pd chiaravallese si è inserito un fatto che ha contribuito a moltiplicare le parole. In calce alla nota diffusa dai componenti dell’Assemblea del locale Circolo democratico con la quale veniva chiesto ad Emanuela Neri di ritirare le dimissioni da segreteria del partito figuravano i nomi di Giuseppe Rotiroti e Loredana Corrado. 

Nomi che, come redazione, abbiamo depennato a seguito della segnalazione di Giuseppe Rotiroti e Loredana Corrado, che hanno specificato di non far parte della compagine zingarettiana. 

Ci sentiamo, dopo un’attenta analisi e per dovere di verità, di integrare la correzione in quanto abbiamo appreso che le firme di Giuseppe Rotiroti e Loredana Corrado erano vere: si è semplicemente trattato di due casi di omonimia. Cioè, due persone, i cui nomi coincidevano con quelli delle persone effettivamente firmatarie, si sono sentite in dovere di smentire: richiesta in teoria giusta, se non fosse che le persone rispondenti ai nomi di Giuseppe Rotiroti e Loredana Corrado non erano loro, ma altri due cittadini con lo stesso nome e cognome realmente esistenti e realmente firmatari del documento.

Polemica, pertanto, da chiudere: la confusione e la grande diffusione nelle Preserre catanzaresi di due cognomi hanno generato un caso che non ha motivo di esistere.

Contenuti correlati