Giustizia e politica, Barbalace: “Nessuno potrà ristorarmi dei danni subiti”

C’è grande delusione nella lettera di dimissioni inviata dall’ormai ex assessore regionale allo Sviluppo economico e alla Promozione delle Attività produttive Carmela Barbalace al presidente della Giunta regionale Mario Oliverio. “La mia decisione – si legge nella missiva che la stessa Barbalace ha pubblicato su Facebook – è accompagnata da profonda amarezza che nasce dalla consapevolezza dell’assoluta estraneità della mia persona rispetto ai contesti criminali che vengono descritti nel provvedimento di fermo emesso dalla Procura di Reggio Calabria, e dalla correttezza, trasparenza e onestà che hanno improntato la mia azione amministrativa. Le mie dimissioni costituiscono un atto di assoluto ed incondizionato rispetto nei confronti della Magistratura e, soprattutto, dei cittadini calabresi. Non posso esimermi, nel contempo – è uno dei passaggi salienti – dall’esprimere le mie perplessità in ordine ai meccanismi che innescano l’ipotesi di reato tutt’a da verificare ed ai riflessi che riverbera in ambito umano e politico-amministrativo. Non ho il benché minimo dubbio sul fatto che i magistrati reggini, ascoltate le mie ragioni, sanciranno la mia estraneità rispetto a qualsivoglia ipotesi di reato. Ma sarà passato un tempo inaccettabile, infinito. E nessuno potrà ristorarmi dei danni che fino allora avrò subito. A Mario Oliverio ed ai colleghi della Giunta – conclude Barbalace – consegno, in uno con i ringraziamenti per la fiducia sin qui accordatami, il frutto del mio lavoro”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*