Giovane picchiato e rapinato in casa a Davoli: in manette due persone

Un 54enne ed un 27enne, rispettivamente padre e figlio, sono finiti in manette perché sospettati di aver rapinato un ragazzo il 26 novembre dello scorso anno a Davoli. Ad eseguire i provvedimenti restrittivi a carico di J.D. e J.R., entrambi di nazionalità serba, sono stati i carabinieri delle Compagnie di Soverato e Santa Maria Capua Vetere. L’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del Giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Catanzaro era stata richiesta dalla  Procura della Repubblica. Gli indagati sono stati prelevati presso il loro domicilio, a Castel Volturno, nel Casertano. Sulla scorta di quanto emerso in fase d’indagine, i due presunti rapinatori, entrati in casa della vittima per rubare, erano convinti che l’appartamento in quel momento fosse vuoto.
Resisi conto della presenza del giovane, si sono scagliati contro di lui malmenandolo violentemente. Sottratti diversi preziosi, si sono poi dileguati. Con loro, secondo la ricostruzione degli investigatori, ci sarebbe stata anche una terza persona che i militari dell’Arma hanno individuato, ma non ancora catturato.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento