Gerocarne. Papillo: “Decine di borse lavoro per alleviare le condizioni di disagio e fornire servizi ai cittadini”

“Come avevamo chiaramente esposto nel nostro programma amministrativo, e come è nel nostro modo di intendere la gestione della cosa pubblica, uno dei temi che ci stanno maggiormente a cuore è quello del lavoro: un ambito oggi più che mai problematico e causa di disagio giovanile e familiare. Per questo abbiamo deciso, per la prima volta in maniera seria, sia pur non risolutiva, di intervenire in tale campo, attivando una serie di borse lavoro che, per la durata complessiva di cinque mesi (prorogabili, se necessario), andranno ad alleviare la difficoltà di decine di giovani, dai 18 ai 30 anni, dando loro alternativamente un piccolo aiuto economico in cambio di una prestazione che possa permettere di farli sentire attivi e produttivi”.

Ad affermarlo è il sindaco di Gerocarne Vitaliano Papillo che spiega: “riteniamo sia una decisione coraggiosa, in un periodo difficile di crisi, in cui tanti giovani faticano a trovare un impiego e, allo stesso tempo, per i tagli ai fondi e non certo per mancanza di volontà o di iniziativa da parte di chi amministra, i servizi vengono meno. Il bando – precisa il primo cittadino – è aperto a tutti e porterà ad una doppia graduatoria a scorrimento (una specificatamente per Gerocarne e l’altra distinta per le frazioni), che permetterà a tanti ragazzi di vivere una loro esperienza occupazionale ed impegnarsi in lavori di pubblica utilità, nella pulizia e gestione del territorio e del patrimoni comunale. Già da domani, in questa prospettiva, gli uffici comunali saranno a disposizione degli interessati, per fornire loro informazioni dettagliate sul progetto in fase d’attuazione e consegnare le domande di partecipazione, da compilare e riportare al comune. Ancora una volta, com’è nel nostro stile e per quelle che sono le possibilità di un piccolo comune – conclude Papillo – diamo dimostrazione di avere a cuore i problemi basilari dei nostri cittadini, andando ad intervenire in quegli ambiti più delicati e dove maggiori devono essere le attenzioni di chi, a furor di popolo, è stato chiamato a recepire le istanze dei residenti e di un territorio che ha mille potenzialità e merita l’impegno che ci viene richiesto e per il quale non lesineremo alcuno sforzo”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento