Filogaso, gli studenti a lezione di storia locale

Sabato, alle ore 9.30, i docenti e gli alunni della Scuola secondaria di I grado di Filogaso discuteranno di storia locale nel corso di una manifestazione organizzata dal dirigente scolastico Raffaele Vitale e dal sindaco di Filogaso Massimo Trimmeliti, alla quale prenderanno parte gli autori del libro “Filogaso – La grande storia di un piccolo paese (riforma cappuccina, catastrofi naturali, cultura, usi e costumi)” Nicola Iozzo e Giuseppe Teti. Sono in programma anche gli interventi di padre Carmelo Maria Silvaggio (carmelitano, rettore del Santuario del Carmine di Palmi) e padre Giuseppe Sinopoli (superiore Convento cappuccini Catanzaro, scrittore), di don Mimmo Sorbilli (parroco di Filogaso) e don Vincenzo Barbieri (parroco di Vallelonga).

Il dirigente scolastico ritiene “importante l’iniziativa sia dal punto di vista didattico sia dal punto di vista sociale nella convinzione che la scuola debba aprirsi alle istanze della società e che gli alunni debbano studiare, oltre agli avvenimenti della storia nazionale e mondiale, anche gli eventi della storia locale”. Tra l’altro, iniziative del genere ampliano e potenziano il piano dell’offerta formativa inserito nella programmazione d’Istituto. Il sindaco, dal canto suo, ritiene che “i giovani come futuri cittadini, amministratori e classe dirigente del paese debbano conoscere le tradizioni ed i luoghi che hanno dato i natali a loro ed ai loro avi per conservarne la memoria storica e preservare quei luoghi dalla distruzione e dall’incuria umana”. Una storia, quella di Filogaso, molto antica e densa di avvenimenti importanti connessi alle vicende ecclesiastiche ed alla nascita della riforma dei cappuccini, che qui vide la luce per merito di padre Ludovico Comi e padre Bernardino Molizzi, grazie anche alla protezione e all’incoraggiamento del Duca Ferrante Carafa e della moglie Eleonora Concublet. Alla fine dell’incontro, il sindaco darà in omaggio a tutti gli alunni il libro perché lo leggano e producano un elaborato con le loro riflessioni e considerazioni. Il tema che verrà giudicato più pertinente e significativo verrà premiato alla fine dell’anno scolastico.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*