Filadelfia. De Nisi chiede uno scatto d’orgoglio ai consiglieri PD: “Staccate la spina a questa Amministrazione”

“Si paventava un Consiglio comunale di Filadelfia sul filo dei nervi ed invece si è concluso – commenta Francesco De Nisi, componente della Direzione Provinciale del Partito Democratico – con un nulla di fatto. L’ennesimo.
‘Me ne vado o ti caccio’ sarebbe il titolo perfetto per la commedia a cui abbiamo assistito in questi mesi, protagonisti una intera Giunta comunale, che ha fatto il salto della quaglia, passando dalle fila del PD a quelle del centrodestra ed il vicesindaco, fermo sulle sue posizioni e nel voler rimanere all’interno del Partito Democratico.
Ieri, finalmente, si è saputo che il cordone ombelicale, che li lega da oltre un ventennio, non sarà tagliato e che la maggioranza, De Nisi quater, è sempre più salda. E mentre loro si fanno i dispetti come due fidanzatini, Filadelfia sprofonda”.
“Doveva essere la legislatura della svolta, ma dopo quasi due anni – De Nisi stigmatizza il comportamento dell’Amministrazione Comunale  – il percorso è già pieno di insidie. Un percorso senza una rotta precisa e senza aver chiaro quale sia la meta da raggiungere, a causa di una maggioranza egoista che ha come unico pensiero quello di assecondare l’ambizione politica di una sola persona. Sembra, infatti, che, da vent’anni, le sorti di una intera comunità dipendano solo da questo. La programmazione delle rare opere pubbliche fissata in base all’agenda politica del manovratore occulto di questa Amministrazione, pronto a candidarsi con tutti e contro tutti. Anche le semplici opere ordinarie, come il rifacimento del manto stradale sono diventate ormai straordinarie e solo in prossimità delle elezioni.
Vedete, cari amministratori filadelfiesi, nella nostra città – è la sollecitazione rivolta dall’esponente del Partito Democratico – ci sono persone che hanno serie difficoltà a pagare le bollette, che avete continuato ad aumentare anche quest’anno, e le cui sorti sembrano non interessarvi.
La comunità filadelfiese è fatta di donne e uomini che rappresentano la vera ricchezza ma di cui, purtroppo, l’Amministrazione comunale, in questi anni, ha deciso di farne a meno.
In questa città ci sono decine di associazioni che fanno enormi sacrifici per poter mantenere vivo un minimo di tessuto sociale e che questa Amministrazione cerca di controllare, contaminare e, avvolte, boicottare. In questa comunità ci sono uomini, donne e giovani che vanno fieri di essere filadelfiesi e che quotidianamente si battono, con tutte le energie, per migliorarla ma di cuie questa Amministrazione ha deciso di non tenerne conto.
Quello che, però, più mi preoccupa sono lo sconforto e la rassegnazione che, pericolosamente, stanno prendendo il sopravvento. La gente è stufa di sentire parlare di poltrone, cambi di casacche spartizione di potere fine a se stesso. La gente vuole che l’Amministrazione comunale sappia affrontare e risolvere gli atavici problemi di una terra con potenzialità enormi rimaste, purtroppo, per troppo tempo inespresse.
Invito, quindi, alla responsabilità chi, in Consiglio comunale, è stato eletto grazie al simbolo del Partito Democratico, del quale mi onoro di far parte in Direzione provinciale”. Alle consigliere ed ai consiglieri comunali chiedo uno scatto d’orgoglio – conclude così, con un accorato appello, Francesco De Nisi – e di avere il coraggio di staccare la spina a questa amministrazione e metter fine a questo ostinato accanimento terapeutico per ridare dignità alla comunità filadelfiese intera”

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento