Ferro: “La democrazia ridotta ad un mero esercizio formale, il centrodestra sarà unito”

“I cittadini fanno davvero fatica a comprendere le ragioni per cui è stato impedito prima alle forze politiche che hanno vinto le elezioni, e poi ad una maggioranza formatasi in Parlamento, di provare a dare un Governo politico al Paese”. È quanto afferma il deputato di Fratelli d’Italia Wanda Ferro.
“La sensazione – spiega l’esponente di destra – è che la democrazia sia ridotta ad un mero esercizio formale,

un gioco della politica che però non può in alcun modo travalicare il confine dettato non dalla Costituzione, ma da interessi e poteri sovranazionali che non vogliono cambiamenti strutturali nell’economia e nei rapporti tra l’economia, la politica e le istituzioni. Non è democrazia quella che non concede spazio a proposte politiche alternative ai modelli che hanno portato al disfacimento politico dell’Europa e trascinato in gravi situazioni di crisi le comunità nazionali. Fratelli d’Italia vuole che agli italiani vengano restituite la sovranità sul proprio Paese e la possibilità di difendere i propri interessi nazionali. Come ha già anticipato la presidente Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia non voterà la fiducia a Cottarelli, che è espressione di politiche di governo sonoramente bocciate dagli Italiani. È davvero fuori da ogni logica che venga data l’opportunità di formare un esecutivo a chi ha perso le elezioni, e non a chi il 4 marzo ha avuto la fiducia dei cittadini. Sono certa – conclude Ferro – che l’intero centrodestra sarà unito contro questo tentativo che sembra avere proprio l’obiettivo di mettere alla prova i rapporti tra le forza politiche che hanno vinto le elezioni”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*